Marco De Gasperi official website - campione del mondo di corsa in montagna

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.

Corsa in Montagna

Notizie

Albosaggia (So) Festa grande al Trofeo Giugni
12 ottobre 2008
Una non competitiva che avvicina i giovani a questo sport

 

Trofeo Massimo Giugni. E’ la gara valtellinese che preferisco. Si tratta di una gara non competitiva, che attrae molti appassionati della corsa e dello scialpinismo, considerato che Albosaggia è un po’ la culla delle “pelli di foca”. A gennaio organizzeranno una gara di Coppa del mondo di Skialp, e, da non dimenticare, qui si svolse nel lontano 1986 una gara della seconda edizione della Coppa del Mondo di corsa in montagna. Ai nastri di partenza fa immenso piacere vedere schierati con gli atleti “assoluti” così tanti bambini (oltre 130 quest’anno), pronti a misurarsi con i più grandi, anche se su un percorso, per loro, ridotto a quattro km. La gara presenta molti saliscendi negli splendidi boschi di castagno sopra l’abitato della frazione “Moia”, fino a toccare la quota massima di gara verso il km 7 (450mt circa di dislivello dalla partenza), per poi concludere la discesa e i 10 km totali, nella cornice suggestiva del giardino del Castello Paribelli. L’anno scorso ci fu una partenza molto forte, con Graziano Zugnoni e Andrea Agostini. Quest’anno invece, nessuno è partito deciso in realtà. Sulle prime rampe in asfalto, sono rimasto appaiato al mio compagno di squadra Marco Agostini e al sorprendente Stefano Sansi, che quest’anno ha realizzato un deciso salto di qualità. Dopo due chilometri, sentendo che le gambe girano bene, decido di forzare il ritmo e riesco a staccare gli avversari. Il vantaggio cresce via via, fino a circa 1’50” al GPM. Negli ultimi km di discesa riuscirei a spingere a fondo, ma non mi sento di esagerare. L’anno scorso invece, mi ritrovai a questo punto “senza gambe”. Ad attendere gli atleti al Castello Paribelli, tutti i giovani che già hanno concluso la loro prova. Il crono finale dice 39’30”, una quindicina di secondi in più del 2007. Secondo Marco Agostini, e terzo il camuno Davide Piatti, entrambi a circa 2’.

I ricordi più belli della giornata sono legati alla sedia di legno messa in palio dal comitato organizzatore, e soprattutto il caloroso abbraccio regalatomi dai tantissimi ragazzini della mia valle che hanno corso, faticando ma divertendosi, dimostrando vera passione per la corsa in montagna.



L'arrivo al Castello Paribelli

Scarica il file cliccando su questo link

Torna all'elenco delle notizie da Marco de Gasperi